BONUS GARANZIA GIOVANI ANCHE PER IL 2019

Confermate le buone notizie per le imprese che assumono giovani NEET: sarà infatti possibile fruire dello sgravio contributivo fino a 8.060 euro per 12 mesi.

A stabilire ciò è stato l’articolo 1 del decreto emanato dall’Anpal (Agenzia Nazionale Politiche Attive del Lavoro) il 28 dicembre 2018 che proroga il termine per usufruire dell’Incentivo Occupazione NEET a valere sul Programma Operativo Nazionale Iniziativa Occupazione Giovani (PON IOG).

Nel decreto viene indicato come per le assunzioni di giovani effettuate del 1° gennaio al 31 dicembre 2019, la dotazione del c.d. “bonus Gagi” aumenta di oltre 60 milioni di euro, fino a raggiungere quindi l’ammontare totale di 160 milioni destinati alle imprese che hanno intenzione di fare nuove assunzioni.

Le imprese che utilizzeranno il bonus Garanzia Giovani 2019 potranno beneficiarne con una proroga fino al 28 febbraio 2021. 

Importo dello sgravio

L’importo dello sgravio riconosciuto dovrà essere utilizzato mensilmente, ha una durata di 12 mesi e può avere un valore massimo di 8.060 euro. 

Requisiti

I requisiti per poter beneficiare del bonus per le assunzioni nel 2019 rimangono gli stessi dell’anno precedente: il giovane che si vuole assumere deve rientrare nella categoria NEET (acronimo di Not engaged in Education, Employment or Training) e deve avere un’età compresa tra i 16 ed i 29 anni e deve risultare non impegnato in rapporti di studio o lavoro.

Le tipologie contrattuali che consentono l’utilizzo del bonus Garanzia Giovani sono le seguenti:

  • contratto a tempo indeterminato, anche a scopo di somministrazione;
  • contratto di apprendistato professionalizzante.

Si può fruire degli sgravi contributivi anche con contratto a tempo parziale.

In questo caso però l’importo del bonus sarà proporzionale alle ore di lavoro svolte dal giovane NEET.

Anche i datori di lavoro privati che assumeranno i giovani che svolgeranno il tirocinio Garanzia Giovani entro il prossimo 31 dicembre 2019 potranno richiedere le agevolazioni, a condizione che siano in linea con gli adempimenti base (Durc regolare, nessuna violazione del CCNL, ecc).

Condividi questo articolo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.